DIRITTO DI SOGGIORNO CITTADINI COMUNITARI

Stampa PDF

SOGGIORNO FINO A TRE MESI

I cittadini dell'Unione hanno il diritto di soggiornare nel territorio nazionale per un periodo non superiore a tre mesi senza alcuna condizione o formalità, salvo il possesso di un documento d'identità valido per l'espatrio.

I famigliari con cittadinanza non dell'Unione devono essere in possesso di passaporto e in regola con le modalità di ingresso (visto d'ingresso se previsto). Tuttavia, in ragione della prevista durata del suo soggiorno, il cittadino dell'Unione o il suo familiare può presentarsi ad un ufficio di polizia per dichiarare la propria presenza nel territorio nazionale. Qualora non sia stata effettuata tale dichiarazione di presenza, si presume, salvo prova contraria, che il soggiorno si sia protratto da oltre tre mesi.

SOGGIORNO OLTRE TRE MESI

Il cittadino dell'Unione e i suoi famigliari che intendono soggiornare per un periodo superiore a tre mesi devono iscriversi all'anagrafe della popolazione residente e produrre la documentazione attestante il motivo del soggiorno:

LAVORO

STUDIO

FAMIGLIA

RESIDENZA ELETTIVA

 

 

Procedura per la richiesta dell'iscrizione all'anagrafe e l'attestato di soggiorno

Il cittadino dell'Unione che intende soggiornare per più di tre mesi in Italia per lavoro (subordinato o autonomo), studio e residenza elettiva, deve chiedere per sè e per i propri famigliari conviventi l'iscrizione all'anagrafe nel Comune in cui si è eletto il domicilio. I cittadini dell'Unione e i propri famigliari che intendono soggiornare per studio o residenza elettiva devono avere una copertura assicurativa (pubblica o privata) contro il rischio di malattia e infortuni valida sul territorio nazionale e disporre di risorse economiche tali da non costituire un onere per l'assistenza sociale.

I famigliari con cittadinanza non dell'Unione devono chiedere alla Questura il Permesso di soggiorno ( Carta di soggiorno) per famigliari di cittadini dell'Unione.

____________________________________________________________________________________________________________________________

 

 

 

Documentazione per chiedere l'iscrizione anagrafica e l'attestato del Comune

 

(a) Documento di identità valido per l'espatrio (passaporto o carta d'identità)

per lavoro subordinato allegare
(a) Dichiarazione stato occupazionale e fotocopia documento d'identità del dichiarante (datore di lavoro)

per lavoro autonomo allegare
(a) Fotocopia attribuzione partita Iva
(b) Fotocopia iscrizione Camera di commercio o Albi professionali o Artigiani

per motivi di famiglia
(a) Documentazione legame di parentela (i documenti devono essere legalizzati secondo norma)
(b) Dichiarazione di ospitalità e mantenimento del famigliare da cui discende il diritto di soggiornare allegando a) Certificato di regolare soggiorno o, se contestuale richiesta, b) documento di identità del dichiarante
per i genitori del cittadino comunitario produrre anche
(c) un documento rilasciato dall'autorità competente del Paese di origine o provenienza che attesti la qualità di familiare e, qualora richiesto, di familiare a carico ovvero di membro del nucleo familiare ovvero del familiare affetto da gravi problemi di salute, che richiedono l'assistenza personale del cittadino dell'Unione, titolare di un autonomo diritto di soggiorno (documento previsto dal decreto - legge 23 giugno 2011, n.89)

per motivi di studio allegare
(a) Certificazione attestante corso studio
(b) Fotocopia assicurazione sanitaria per sé e per i propri famigliari valida sul territorio nazionale contro il rischio di malattia e infortuni
(c) Documentazione attestante la disponibilità di risorse finanziarie per sé e per i propri famigliari: a) Autocertificazione situazione reddito oppure b) se si è a carico dei genitori che vivono in Italia produrre Dichiarazione sostitutiva di atto notorio di mantenimento sottoscritta dal genitore capofamiglia

per residenza elettiva allegare
(a) Fotocopia assicurazione sanitaria per sé e per i propri famigliari valida sul territorio nazionale contro il rischio di malattia e infortuni
(b) Documentazione attestante la disponibilità di risorse finanziarie per sé e per i propri famigliari ( Autocertificazione situazione reddito);

(le risorse economiche possono essere anche quelle messe a disposizione dalla persona ospitante/convivente)

 DOCUMENTI:

Direttiva EU 38/2004 su libera circolazione e soggiorno comunitari

Ancitel: comparazione normative soggiorno comunitari

Ultimo aggiornamento Giovedì 19 Gennaio 2012 14:53